PLASTICA, PLASTICA, PLASTICA.

TROPPA PLASTICA!

Plastica, plastica, plastica. Da qualche anno a questa parte questa parola è entrata a far parte in maniera preponderante nella nostra quotidianità, e finalmente, con questa ampia diffusione si è sempre più consapevoli del grande peso che le emissioni di CO2 e la plastica hanno a livello globale.

Un importante fattore da considerare è l’attuale stile di vita che ha portato ad un incremento esponenziale del consumo di plastica, come ad esempio prodotti monoporzione e lo sviluppo di pack che ci ricordano delle matrioske a causa dell’eccessivo imballaggio.

Esistono già da tempo delle soluzioni che consentono il riciclo della plastica al fine di ricreare la stessa materia prima, per realizzare altri prodotti (ad esempio capi di abbigliamento), oppure la presenza di un numero minore di imballaggi di plastica nei vari prodotti.

In quanto consumatori, quando scegliamo un determinato prodotto, dovremmo essere consapevoli dell’impatto ambientale che quel prodotto ha sulla salute del nostro pianeta. In riferimento a ciò, ci sono dei criteri univoci che ci fanno capire le conseguenze che le nostre scelte possono avere sull’ambiente. La Valutazione del Ciclo di Vita o Life Cycle Assessment (LCA), infatti, si pone come obiettivo la valutazione e l’analisi dell’impatto ambientale di un prodotto, ma anche di un servizio e attività lungo l’intero ciclo di vita. Grazie a quest’analisi siamo in grado di capire in modo concreto quanto le nostre scelte possano essere guidate e consapevoli ancor prima di acquistare.

La distribuzione automatica e il mercato dei consumi fuori casa sono legati principalmente al consumo di bicchieri, bottiglie d’acqua e altre bevande. Però, anche nella distribuzione automatica ci sono alternative sostenibili legate ai consumi alimentari e bevande tra le quali la bioplastica. Soluzioni sostenibili che ci possono aiutare a cambiare in modo concreto le conseguenze negative della plastica sul nostro ambiente. Di conseguenza, una scelta consapevole porta ad una risoluzione drastica ma efficiente. Nonostante questo, bisogna anche tenere in considerazione il fatto che il business legato al mondo della plastica e del petrolio è molto difficile da scardinare completamente.

Non dobbiamo abbatterci, perché ad ogni problema c’è una soluzione! E tutto questo può cambiare grazie a te. Noi come Associazione PIÚINFORMA abbiamo la chiave che porta alla soluzione! Grazie ad una scelta consapevole e mirata si è sempre più vicini alla risoluzione di questo problema.